Il Galliano

La produzione di questo liquore è nata grazie ad un personaggio. Infatti correva l’anno 1895 quando il generale Giuseppe Galliano comandava la guarnigione di 2.000 uomini del forte di Euda Jesus in Etiopia. Menelik II, Imperatore d’Etiopia, con 80.000 uomini stringe d’assedio il forte difeso con coraggio per quarantaquattro giorni. Dopo questa eroica resistenza, viene stipulato un trattato tra le due parti. Galliano diviene così eroe nazionale e due anni più tardi il liquorista Arturo Vaccari, livornese, crea un liquore dedicandolo a lui.

Nel 1989 il Galliano viene acquisito dalla società francese RemyCointreau che modifica anche la ricetta. Nel marzo 2006 viene rivenduto al fondo di investimenti europeo ABN AMRO Capital (azienda controllata dal gruppo olandese Lucas Bols).

Il liquore Galliano è ottenuto da un gran numero di erbe, fiori, bacche e radici che conferiscono un carattere originale (risaltano anice, liquirizia e vaniglia). Raramente lo si beve in purezza; lo si adopera nella composizione di numerosi cocktails, tra cui ancheil Golden Dream e il Golden Cadillac . È venduto nelle caratteristiche altissime bottiglie di forma piramidale ed è stato citato dagli scrittori: Emilio Salgari nel racconto Lo Schiavo della Somalia e da John Fante in Full of Life.

Notizie sul Galliano e gli altri liquori e distillati nel mondo li trovate qui nel Dizionario degli alcolici.

Scarica l’indice completo: Il_Dizionario_Degli_Alcolici_INDICE