Lemon Drop Martini

  • 2,5 cl  Vodka al limone
  • 2 cl Triple Sec
  • 1,5 cl Succo di limone fresco

Procedimento: versare gli ingredienti nello shaker e servire in una coppetta a cocktail con il bordo orlato di zucchero, guarnendo con fetta di limone.

All day cocktail

Il Lemon Drop Martini è una combinazione di gusto fresco e dolce nello stesso tempo, grazie ai suoi ingredienti. Questo drink è nato negli anni Settanta in California, da Norman Jay Hobday, fondatore e proprietario dell’Henry Africa’s, un bar situato nel quartiere di Russian Hill a San Francisco (California). In origine veniva servito in una coppetta da cocktails (così come oggi prevede l’IBA) ed il nome del cocktail deriva probabilmente dall’omonima caramella inglese, chiamata appunto lemon drop.

Norman Jay Hobday

Dopo la sua invenzione, il cocktail si è diffuso rapidamente in vari locali di San Francisco tanto da diventare uno dei drink preferiti della West Coast.

Nei primi anni Novanta, il cocktail era spesso preparato come chupito o servito in un cicchetto.

L’Henry Africa aprì nel 1969 e fino al 1971 divenne il bar per single più noto a San Francisco (conosciuto anche come Fern Bar). Fino al 1985 è stato gestito da Norman Hobday e chiuse definitivamente nel 1986.

Curiosità: il 14 giugno del 2012, Christie’s mise all’asta la collezione di lampade Tiffany di Henry Africa, composta da sette lampade splendidamente lavorate del valore di $ 2 milioni.  Le decorazioni (alcune di queste passarono all’Eddie Rickenbacker’s, altro locale aperto da Norman Jay Hobday) comprendevano anche felci, finestre in vetro smussato, sete vittoriane ed altri oggetti come motociclette d’epoca, treni d’epoca, ecc.

(…)

Il resto della storia in questo libro:

 

Il libro dei cocktails internazionali IBA

Clicca qui scaricare la demo