Cosmopolitan

  • 4 cl Vodka al limone
  • 1,5 cl Cointreau
  • 1,5 cl Succo di lime
  • 3 cl Succo di mirtillo rosso

Procedimento: si prepara nello shaker riempito con ghiaccio e si serve in una doppia coppetta a cocktail, guarnito con una fettina di lime.

Il Cosmopolitan è una variante di un vecchio cocktail, il Gin Daisy. Le origini del Cosmopolitan sono controverse. Alcune case produttrici di vodka hanno confezionato delle storie ad hoc per il Cosmopolitan: così hanno fatto la stessa cosa delle associazioni di categoria. L’unico dato certo è che il Cosmopolitan è stato inventato nel lontano 1958, quando molte persone ordinavano (e conoscevano) solo il classico Martini Dry… perché faceva trendy.

Il Cosmopolitan appare per la prima volta sotto il nome di Stealth Martini: il barman Barnaby Conrad III lancia questa variante in onore del “Re Martini”. Trascorre un decennio e si arriva al 1970, quando un altro barman, sempre nello stesso locale, cambia il nome di Stealth Martini in Cosmopolitan. Il colore, il sapore meno secco e più morbido, fa sì che il cocktail si diffonda tra le ragazze.

Verso il 1985, John Caine, titolare del “Caffè Mars” di San Francisco, inserisce il Cosmopolitan tra le ricette servite nel suo bar. E da questo momento diventa uno dei cocktails più popolari sulla costa orientale degli Stati Uniti.

Tuttavia è grazie a Madonna che alla fine degli anni Novanta dichiarò che il Cosmopolitan era il suo drink preferito, facendolo diventare cocktail di successo.

(…)

Il resto della storia in questo libro:

 

Clicca qui per accedere alla scheda del libro