Alexander

After Dinner Cocktail

  • 3 cl  Cognac
  • 3 cl  Crema di cacao scura
  • 3 cl  Crema di latte

Procedimento: si prepara in uno shaker con ghiaccio e si serve in una coppetta a cocktails. Si aggiunge, alla fine, una spolverata di noce moscata, grattugiandola.

Pare che il primo nome di questo cocktail fosse Panamà: al posto del Cognac si usava il Gin. L’Alexander (curiosamente conosciuto come Brandy Alexander fino a novembre 2011) è un cocktail storico, il più studiato nelle scuole alberghiere poiché era il primo della lista nei cocktail internazionali (ed è tornato primo grazie all’ultima codificazione). La miscela, profumata, è rimasta quasi alterata. Oltre al Gin si è preferito la crema di cacao scura al posto di quella chiara.

Due sono le ipotesi sulla sua origine: Alexander ricorda Alessandro Magno, il grande condottiero dell’antica Grecia. La seconda leggenda è riferita al maresciallo Alexander, che divenne conte di Tunisi dopo la vittoria ad El Alamein sulle truppe dell’Asse, nel 1943. Per chi ama la storia italiana, la disfatta di El Alamein, seppur disastrosa vista dagli esiti della Seconda Guerra mondiale, regalò una delle pagine più eroiche dei soldati italiani, in particolare della Folgore.

 

É stato creato a Londra nel 1922 da Henry Mc.Elhone al “Ciro’s Club” in onore di una sposa famosa.

La storia di tutti i 77 cocktails mondiali, la trovate in questo libro.

Clicca qui per accedere alla scheda del libro