Spritz Veneziano

  • 6 cl Prosecco
  • 4 cl Aperol
  • Spruzzo di Soda water

Procedimento: versare gli ingredienti in un old fashioned con ghiaccio. Colmare con uno spruzzo di soda e guarnire con mezza fetta d’arancia.

Con il nome Spritz si intende generalmente un aperitivo alcolico a base di vino e acqua ed a piacere si può aggiungere Aperol, Select, Campari o Bitter. Dapprima molto popolare in Germania, con il nome Spritzer (o anche Gespritzter o Weinschorle), poi negli ultimi anni è divenuto celebre nel Triveneto e da qui in tutta Italia, seppur con ricette modificate.
Secondo alcuni la bevanda avrebbe origine nel periodo della Prima Guerra Mondiale, intorno al 1917, durante l’occupazione austriaca sul Piave tra le colline di Valdobbiadene e Conegliano dove regnava il Prosecco, in particolare nelle aree di Treviso, Padova, Vicenza, Venezia, Udine, Trieste e Pola.
Ma andando ancora a ritroso nel tempo, pare che d aver contribuito alla diffusione dello Spritz, siano stati i soldati dell’Impero austriaco di stanza in quella che fu la Repubblica Serenissima i quali, per stemperare l’elevata gradazione alcolica dei vini veneti, li avrebbero allungati con seltz; da qui si vuole l’origine del nome, che dovrebbe derivare dal verbo tedesco “spritzen”, che significa “spruzzare”, il gesto appunto di allungare il vino con l’acqua (in modo simile allo Spritzer austriaco).

(…)

Il resto della storia in questo libro:

 

Clicca qui per accedere alla scheda del libro

 

 


[1]Tratta da Wikipedia.it, voce Spritz.