Sidecar

All Day Cocktail

  • 5 cl Cognac
  • 2 cl Triple Sec
  • 2 cl Succo di limone fresco

Procedimento: versare gli ingredienti in uno shaker con ghiaccio. Shakerare e servire in una doppia coppetta da cocktail.

Il Sidecar è un cocktail molto vecchio a base di Cognac, Triple Sec e succo di limone. Harry Craddock ne parla già negli anni Trenta dandone questa ricetta:

¼ succo di limone

¼ Cointreau

½ Brandy

Shakerare bene e filtrare nel bicchiere da cocktail

Tuttavia l’origine certa del Sidecar non si conosce, anche se molti autori concordano sul fatto che sia stato inventato intorno alla fine della Prima Guerra Mondiale a Londra o a Parigi. Il Hotel Ritz Hotel di Parigi dichiara che il primo Sidecar sia stato ideato da loro. Le prime ricette compaiono nel 1922, nel testo ABC of Mixing Cocktails di Harry MacElhone e nel Cocktails and How to Mix Theme di Robert Vermeire. Inoltre questo drink farà parte dei sei cocktail fondamentali indicati da David A. Embury  nel suo The Fine Art of Mixing Drinks.

 

Nella prima edizione del libro di MacElhone, questi cita come autore Pat MacGarry, un bartender molto famoso presso il Buck’s Club di Londra; ma nelle edizioni successive si autoproclama lui stesso inventore del drink. Dal canto suo Vermiere scrive: “Questo cocktail è molto popolare in Francia. È stato introdotto a Londra dal MacGarry, famoso bartender del Buck’s Club“.

Embury invece attribuisce l’invenzione del drink ad un capitano dell’esercito americano a Parigi durante la Prima Guerra Mondiale “e prende il nome dal sidecar, ovvero la motocicletta che ha condotto il capitano in un piccolo bistrot dove poi è nata la bevanda “. Forse quel famoso bistrot era l’Harry’s Bar di Parigi.

Di certo la storia è piuttosto plausibile: una corsa in un sidecar merita sicuramente una bevanda in grado di riscaldare i passeggeri, ma la maggior parte dei distillati in grado di dare una certa forza calorica venivano consumati solo dopo cena (Brandy, Whisky ecc.). Se invece si aggiunge un liquore come il Cointreau o Triple sec e si completa con succo di limone, allora il cocktail, nelle intenzioni del famoso capitano, poteva servire anche da aperitivo.

Sia MacElhone, sia Vermiere proposero la ricetta con il Cognac, il Cointreau e succo di limone in parti uguali e venne definita come ricetta di “scuola francese”. Più tardi, Harry Craddock diede vita al Sidecar di “scuola inglese”, modificando la ricetta (che abbiamo riportato sopra), e sostituendo il Brandy al Cognac.

(…)

Il resto della storia in questo libro:

 

Clicca qui per accedere alla scheda del libro