Stinger

After Dinner Cocktail

  • 5 cl Cognac
  • 2 cl Crema di Menta bianca

Procedimento: versare gli ingredienti nel mixing glass con ghiaccio. Mescolare e servire in una coppetta da cocktail.

Lo Stinger è un cocktail che punge (non a caso oggi è sinonimo di missile terra aria). La ricetta classica proposta da Harry Craddock era a base di Brandy (precisamente ¼ di Crema di menta bianca e ¾ di Brandy) e si preparava nello shaker (possibilmente di tipo francese). Curiosamente nell’ultima codificazione IBA il cocktail viene mescolato nel mixing glass.

Le origini di questo cocktail non sono chiare, ma è citato in diversi ricettari sin da Ideal Bartender di Tom Bullock, pubblicato nel 1917. Miscelando invece Crema di menta verde con il Brandy, abbiamo un altro cocktail: Green Hornet.

Durante il periodo in cui ha goduto della massima popolarità, è stato considerato il “bicchierino” ideale per accompagnare una notte a New York. Nel 1957 il film Kiss Them For Me (con Cary Grant, in italiano Baciala per me) in diverse scene lo Stinger fa capolino, sorseggiato dai protagonisti. Tre anni dopo, nel 1960, avviene la stessa cosa anche nel film The Apartment con Jack Lemmon e Shirley MacLaine. E anche in Gorky Park (il film), il detective Arkady Renko si riferisce allo Stinger come “drink da puttane”.

(…)

Il resto della storia in questo libro:

 

Il libro dei cocktails internazionali IBA

Clicca qui scaricare la demo