L’origine del teschio e il fruttivendolo messicano

Quando nel 2012 decidemmo di fare le foto del Vampiro cocktail, oltre al drink (naturalmente) mi venne in mente di usare un vecchio ricordo degli anni Novanta, un teschio (di gesso).

Ed infatti ci stava proprio bene. Qualcuno chiede ancora di quel teschio: è vero? Ovviamente no, sembra vero, ma è un falso. Proviene da Londra e lo acquistai nel 1991 da Umberto Ferri, patron di uno dei locali più in voga nella Riviera Romagnola

” Verso gli inizi degli anni Novanta nacque un marchio con dei connotati horror ben precisi, il Transilvania. Si trattava di pub notturni caratterizzati da un arredamento stile gotico, con musica rock ed heavy metal. Il primo inaugurò a Misano Adriatico, in provincia di Rimini, fondato da “Ice” (Umberto Ferri), seguito poi da altri locali a tema come Zombie, Legami, Hiroshima, tutti sempre nella stessa provincia di Rimini. Il successo fu tale che in pochi anni aprirono sedi in tutta Italia, fino ad allargare la catena di locali anche all’estero in Germania, Inghilterra e negli USA.

All’interno del locale anche concerti come quello con Claudio Simonetti, insieme al suo gruppo progressive rock Daemonia. Poi I System of a Down, HIM e Cradle of Filth. Questi ultimi nel 2005, presenti tra il pubblico durante un’esibizione dei Vintage Violence al Transilvania Live di Milano, decidono di salire sul palco per improvvisare un brano con loro. Il marchio diventerà talmente celebre che arriverà a produrre eventi in palazzetti e teatri, registrando date con il “tutto esaurito” e diventando così un riferimento per il pubblico, oltre che per questi artisti e agenzie.”

(introduzione al capitolo Manhattan del libro dei cocktail anni Ottanta)

Ed il fruttivendolo? Semplice, il Vampiro è un drink inventato appunto da un fruttivendolo…diventato talmente celebre da essere inserito nella codificazione IBA del 2012. Puoi leggere tutta la storia qui.

Tutte le codificazioni IBA sono raccolte (con le origini dei cocktail e le loro leggende) nei seguenti testi editi da Sandit libri).