Esce in italiano il libro di Harry Johnson

Harry Johnson (insieme a Jerry Thomas e William Schmidt) è stato tra i padri fondatori del cosiddetto bartending americano moderno. Di lui si dice spesso che sia stato l’autore del primo manuale di condotta per bartender, nonché prezioso dispensatore di consigli su tecniche e strumenti di lavoro.

Ed è tutto vero. In realtà nel suo “Harry Johnson’s Bartender’s Manual” del 1882 e successive ristampe (1888, 1900, 1934), oltre che di buone maniere e “gigger”, dà ampio spazio alle ricette scoperte durante le sue numerose trasferte tra New York (sua città natale), San Francisco (qui conobbe il “professore” Jerry Thomas), Chicago (dove aprì il suo bar andato a fuoco nel devastante incendio del 1871), New Orleans (qui fondò il primo sindacato dei bartender) ecc.

L’indice del suo manuale è un vero festival della miscelazione internazionale e comprende, non solo drink americane, ma misture francesi, inglesi, russe, tedesche, spagnole e italiane: Pousse Cafè, Roman Punch, East India Cocktail, Porter Sangaree, Morning Glory Fizz, Cobbler, Egg Nog, Jamaicana sour in tutte le salse, l’analcolico Soda Cocktail (*).

Uscito per la Sandit Libri a metà marzo 2021 il suo libro, per la prima volta tradotto in italiano. Prefazione di Lucio Tucci. Clicca qui per acquistarlo su Amazon

Scarica l’indice dei contenuti: promo-johnson

 

 

 

(*) Tratto dalla presentazione di Lucio Tucci per BarGiornale.it